Oggi è 21/6/2018, 19.04

Regole del forum


Volete postare una battuta su questo forum? Siete i benvenuti. MA. Dato che di battute ne arrivano a migliaia, ci raccomandiamo una cosa: AUTOSELEZIONE. NON dovete postare tutto quel che vi viene in mente. La maggior parte delle battute inviate non sono né originali, né divertenti, né acute. Lavorate sulle vostre idee, altrimenti questo forum sarà sempre meno divertente. E soprattutto CLICCATE QUI E LEGGETE LE REGOLE, e tenetele presenti prima di pubblicare qualsiasi cosa.

NOTA: QUA DENTRO SI INVIANO SOLO BATTUTE LEGATE A NOTIZIE VERE. Non aprite discussioni su articoli di opinione (a meno che non si tratti di opinioni così autorevoli da costituire notizia a sé), né tantomeno su fatti inventati. Chi apre una nuova discussione È TENUTO A FORNIRE IL LINK ALLA NOTIZIA: se ciò non fosse possibile (es. parole pronunciate nel corso di trasmissioni tv o radio) indicate chiaramente la fonte, in maniera da poterla verificare.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 110 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
Fratelli d'Italia

Partito politico nato attorno alla figura (omissis) di Giorgia Meloni anche se dai manifesti elettorali non si direbbe.

Movimento 5 stelle

Error 404 Not Found

lab ABk

Forza Nuova

Nasce dalle ceneri del movimento sociale ma soprattutto da quelle della stazione di Bologna.
I'm becille
http://twitter.com/_sofino
Forza Nuova
Forza Nuova si formò all'inizio all'interno di Fiamma Tricolore. Poi un deficiente ha usato l'estintore.

Fratelli d'Italia
Partito fondato da La Russa e Meloni, che però hanno fatto anche cose buone, sfrutta uno slogan molto popolare negli stadi: "Negro di merda!"
Il partito ha offerto un rifugio agli ex esponenti di AN, perlomeno a quelli senza una casa a Montecarlo, e si rispecchia nei tradizionali valori di destra come gli anfibi, la ceretta inguinale, il rispetto dell'orario ferroviario e il risanamento delle paludi.
Il programma di Fratelli d'Italia è riassumibile in due parole: Adobe Photoshop. FdI si schiera in difesa della famiglia tradizionale, cioè quella formata da una donna e da un uxoricida, e contro le unioni omosessuali, considerate contro natura a meno che non siano tra Salvini e Berlusconi.
Capo del partito è Giorgia Meloni (considerata la versione femminile di Marine Le Pen), che da giovane lavorò come barista al Piper guadagnandosi l'appellativo di "figlia della lupa del Piper" ed è al momento l'unica cosa che la Raggi è riuscita ad asfaltare a Roma.
Sono candidati anche Ignazio La Russa, che di secondo nome fa Benito ma solo perché è nato podalico, e Daniela Santanchè, una sorta di Selvaggia Lucarelli della politica.
Dal 5 marzo Fratelli d'Italia potrebbe trovare più congeniale un'altra parte dell'inno di Mameli: "Dov'è la vittoria?"

Luca's Jokes ha scritto:
Fratelli d'Italia
Sono candidati anche Ignazio La Russa, che di secondo nome fa Benito ma solo perché è nato podalico

:rotfl: :rotfl: :rotfl:

Sudtiroler Volkspartei – Die Südtiroler Volkspartei (SVP) ist eine Regionalpartei in Südtirol, die unmittelbar nach dem Zweiten Weltkrieg am 8. Mai 1945 gegründet wurde. Sie versteht sich seither als ethnische Sammelpartei aller deutsch- und ladinischsprachigen Südtiroler in Italien.

Il Partito Democratico è stato fondato nell'ottobre del 2007, a dimostrazione che l'anno dopo i Mondiali è sempre imprevedibile. Nel manifesto si legge che il partito intente operare in maniera organica con le principali forze socialiste, democratiche e progressiste, nonché con le molte altre correnti interne. Nel 2016 contava più di quattrocentomila iscritti - e nella sola Rignano.
Il primo segretario è Walter Veltroni, che inaugura così la sua carriera artistica. Nel 2009 il Pd ha dovuto superare una grave crisi, ossia l'elezione a segretario di Dario Franceschini. Alle successive Europee il Pd ha perso circa il 7% dei voti delle Politiche del 2008 (probabilmente gli ha buttati la donna delle pulizie). Segue il periodo meraviglioso della segreteria Bersani - meraviglioso per gli avversari, s'intende. In quel periodo si registrano l'uscita di Rutelli, il referendum del 2011, l'appoggio al governo Monti e altri cose che avevate giustamente dimenticato.
A seguito delle Politiche del 2013 si è arrivati al Governo Letta, ma non si è mai capito come. Nello stesso anno per un paio di mesi diventa segretario Epifani - per dire quanto cazzo pesino i sindacati. Alle successive primarie la spunta Matteo Renzi, astro rampante del centrosin... centro... va be', della politica. Tra gli avversari del toscano, Cuperlo, Civati, Orlando e altra gente che spiega perché, cinque anni dopo, ci sia ancora Renzi. Alle Europee del 2014 il Pd ha superato il 40%, risultato prima raggiunto solo dalla DC e dalla semifinale di Italia '90.
I Governi Renzi e Gentiloni hanno consentito al Pd di gestire Palazzo Chigi per l'intera Legislatura e chissà, un giorno forse se ne renderanno conto.
Il Pd si presenta alle Politiche del 2018 in crisi di consensi, schiacciato da Lega, M5s e altra gente che ha capito come si usano i social. Renzi comunque si dice fiducioso: comunque vada, il Pd sarà il primo partito tra quelli della Prima Repubblica.
Salve. Sono il mago di Floz; forse vi ricorderete di me per quella battuta sull'uomo più alto del mondo.
Movimento 5 stelle
Stando a Wikipedia è un partito politico italiano, ma si sa che quella è scritta dai poteri forti. Il M5s nasce nel 2009 (e come tutti i millennials, non sa un cazzo della vita vera) da un'idea di Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio e Stefano Accorsi.
Principio fondante del Movimento è la democrazia diretta. Dalla Casaleggio Associati.
Molto tempo è passato dal primo Vaffa-Day e i grillini sono cresciuti, pensate che ora si fanno anche beccare a rubare.
Il Movimento vede e promuove se stesso come organizzazione né di destra né di sinistra. Non hanno ancora capito di essere fascisti.
Lo scorso settembre si sono svolte le primarie del Movimento per individuare il candidato alla presidenza del Consiglio e sono state vinte da Di Maio, anche se è stato fino all'ultimo un testa a testa tra lui e il malfunzionamento della piattaforma Rousseau.
Dopo svariate critiche ai candidati (alcuni sono accusati di essere massoni, altri impresentabili, atri ancora di aver messo un calzino rosso nella lavatrice dei bianchi) anche il programma elettorale presentato dal Movimento è stato duramente attaccato in quanto parrebbe copiato dagli altri partiti. Soprattutto la parte sull'onestà.
Cavallo di battaglia del Movimento è la promessa di un Reddito di cittadinanza, che permetterà finalmente a Di Maio di smetterla di rendersi ridicolo per sopravvivere.
Ci sarebbe ancora molto da scrivere sui cinque stelle, ma devo tornare ad aggiornare la pagina del Movimento per vedere quali saranno i ministri, pare che usciranno a momenti.
A me Salvini ha detto che faceva quasi ridere. E a te?
PARTITO DEMOCRATICO

Il partito democratico nasce nel 2007 dall' unione di DS, Margherita e Democrazia è Libertà, un po' come creare una super squadra fondendo Crotone, Verona e Benevento. Veltroni si può considerare il padre di questo figlio politico, indimenticabili le sue prime parole al Lingotto: "è adottato!" Il Partito Democratico si contraddistingue per le sue idee libertarie ed europeiste come spalmare la Philadephia con la forchetta.
All'esordio delle urne il Partito Democratico viene sconfitto da PDL e Lega. Memorabile la prima campagna elettorale di Veltroni che decide di non nominare mai Berlusconi, con lo straordinario risultato che se oggi lo nomini a lui, gli si ribalta l'iride. Ottima anche l'idea di girare l'Italia in pullman, cosa che è valsa a Veltroni un onesto lavoro di autista dopo la rovinosa sconfitta. La carriera di Walter prosegue con le dimissioni del 2009 per dedicarsi a libri e film, ché in fondo fare lo scaffalista da Feltrinelli non è così male.
Alla guida del partito arriva Franceschini, una parentesi talemnte breve che verrà ricordato solo per aver cambiato posto al portapenne. Quando è il turno di Bersani, arrivano l'uscita di Rutelli, il referendum del 2011, una risicata vittoria alle elezioni politiche, un video incontro con i 5 stelle che cancellerà 25 anni di cinepanettoni, l'appoggio al governo Monti e una proposta di legge per rinominare il ginocchio della lavandaia in ginocchio di Giuseppe Rossi.
Ad un certo punto diventa segretario Epifani, giuro è successo davvero. Nei due mesi trascorsi alla guida del partito, l'ex sindacalista riesce a temperare 3 matite, ma spezza due volte una mina.
Nel 2013 le primarie decretano la vittoria di Renzi, dimostrando che il PD riesce a perdere anche le elezioni interne. Alle Europee del 2014 il Pd ha superato il 40%, cosa che ha reso più rovinosa la caduta.

PD
Il PD nasce nel 2007 dalla fusione tra DS e Margherita, a conferma del fatto che gli incesti andrebbero sempre evitati, specie se per festeggiare si preparano stuzzichini con la mortadella. Il primo segretario è stato Veltroni, che alle elezioni dell'anno successivo è passato al salame, ma non per festeggiare. Dal 2008 il segretario del PD ha preso le sembianze del tipico politico cattolico fedifrago, divorziato e risposato, ma non ancora quelle di Casini. In questo solco le parentesi di Epifani e di Bersani hanno il tipico aspetto di specchietti per le allodole. Tra i vari candidati sconfitti alle primarie del PD sono da segnalare Marino (2009), che ha iniziato così a fare il callo ad essere fatto fuori dai suoi, e Civati (2013), che sfidando Renzi ha firmato la sua condanna a morte.
open up your fist or you won't receive the thoughts and the words of every man you'll need
PD

Il PD nasce nel 2007 dalla fusione tra DS e Margherita, in una notte buia e tempestosa mentre D'Alema urlava: " SI PUÒ FARE".
@Paoloakita
Forza Italia
Partito nato nel '94 dalle ceneri di Craxi e risorto nel 2013 da quelle di Bersani.
open up your fist or you won't receive the thoughts and the words of every man you'll need
Noi con l'Italia
Partito ispirato a uno slogan non ricambiato, rappresenta la cosiddetta quarta gamba della coalizione di centrodestra (le altre tre sono tutte di Berlusconi) e raccoglie ciò che resta di Area Popolare dopo l'addio di Alfano, come coriandoli e bottiglie di champagne.
Nel simbolo è presente lo scudo crociato (la croce per sicurezza se la sono messa loro), anche se i tempi sono cambiati e ora nel segreto della cabina elettorale Dio ti vede e Stalin pure.
NcI punta a difendere i valori cristiani, visto che da soli due Papi non bastano, e ha nel proprio programma l'attuazione di un piano Marshall per l'Africa, astuto stratagemma per prima bombardarla.
Il leader di Noi con l'Italia è Raffaele Fitto, già protagonista di una canzone di Vasco, che è stato il presidente di regione più giovane e anche il più giovane presidente a perdere contro Vendola.
Insieme a lui si candidano Maurizio Lupi - il figlio compie di nuovo gli anni -, Roberto Formigoni, l'unico vero nullafacente di colore che vive a spese dello Stato, e Lorenzo Cesa, che se guardi bene lo trovi anche nei dipinti dell'ultima cena. Manca Casini, ma suvvia, diamogli tempo.

Il Popolo della Famiglia

Il PdF è una formazione che presenta la famiglia come immodificabile, a meno che non si riesca a crackarla.
Al centro del programma c'è la famiglia tradizionale, quella fatta da un papà, una mamma, tanti figli e una garçonniere.
Il Popolo della Famiglia si presenta come soggetto aconfessionale ma di ispirazione cristiana e con al centro la dottrina sociale della Chiesa, riconosciuta come sovrana su tutte le altre confessioni di merda.
Punto fondamentale è il diritto alla vita, intesa come persecuzione religiosa, e i valori “non negoziabili", come la libertà di andare a puttane.
Tra i punti del programma anche il "Diritto a non emigrare”, una speciale attenzione verso tutti quegli italiani costretti a imbarcarsi su delle carrette del mare per raggiungere le coste africane.
Il Popolo della Famiglia è guidato da Adinolfi e segue fedelmente il programma da lui personalmente redatto a Las Vegas, durante i baccanali per le seconde nozze.

Liberi e Uguali
Partito nato come valvola di sfogo al livore di D’Alema, ha saputo accomunare varie anime della sinistra intorno al comune valore dell’odio per Renzi.
Formazione politica che si propone di custodire i grandi valori della sinistra come lo scissionismo e la sconfitta.
Nato dall’unione di tre forze politiche, è l’unico partito che vanta più leader che elettori.
Il partito accomuna varie anime della sinistra, il punto principale del suo programma è l’abolizione delle tasse universitarie. E di quelle sulle barche a vela.
Pietro Grasso riveste il doppio ruolo di capo politico e di foglia di fico.
Pietro Grasso è stato magistrato e poi presidente del Senato, adesso si è lanciato con entusiasmo in una nuova esperienza politica perché “gli piace rischiare”. Infatti una volta ha pure contraddetto D’Alema.
Curiosa la scelta di Bersani di tenere i comizi soltanto nelle birrerie.
Punta a superare la soglia del 3% grazie, soprattutto, al voto di tutti i parenti che ha sistemato la Boldrini.
Labbatemi pure senza pietà.
https://twitter.com/Daniele_Zip
+Europa
Partito nato dalla passione di Emma Bonino per l’Unione Europea e per l’algebra.
Ha superato lo scoglio della raccolta delle firme solo grazie al soccorso del cattolico Tabacci. Adesso uno dei punti programmatici è: Sì all’eutanasia ma solo dopo l’estrema unzione.
Partito che nasce dalle ceneri dei Radicali. Ma si attendono ancora i risultati della Scientifica.
Emma Bonino, dopo tanti anni al finca di Marco Pannella, è diventata la leader di un partito ma è indebolita da un tumore. A conferma di quando sia pericoloso il fumo passivo.
Labbatemi pure senza pietà.
https://twitter.com/Daniele_Zip
Noi con L’Italia
Partito che raccoglie l’eredità dell’Udc, che a sua volta raccoglieva l’eredità del Ccd, che a sua volta raccoglieva l’eredità della Dc. Il suo simbolo è il topolino di Branduardi.
Punta a raggiungere il 3%. Almeno tra i sottosegretari.
Formazione di chiara ispirazione cattolica ma di scarso consenso, desta comunque l’interesse degli esperti perché dalle sue fila uscirà il futuro candidato del Pd a Bologna.
Partito poco conosciuto tra gli elettori ma soprattutto tra i suoi alleati.
Punta a difendere i valori cattolici tradizionali. Per questo hanno proposto la riapertura delle case chiuse.
Il leader è Lorenzo Cesa che Berlusconi chiama affettuosamente “chi?”
Rappresenta la quarta gamba del centrodestra, dopo che Salvini aveva bocciato il nero di WhatsApp.
Labbatemi pure senza pietà.
https://twitter.com/Daniele_Zip
Movimento 5 Stelle – (M5S) è un non partito politico nato per caso la sera del 3 ottobre 2009. Infatti Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio stavano bevendo e amichevolmente cazzeggiando, quando Beppe se ne uscì fuori con una delle sue solite battute, e Gianroberto non capendo che scherzava s’attaccò al telefono e cominciò a organizzare le cose. Il giorno dopo col passare della sbornia si chiarì l’equivoco, ma dei soldi erano già stati spesi, e così visto che per qualche giorno era tutto pagato i due amici decisero di continuare con la burla, in attesa che tutti se ne dimenticassero.

La lista unitaria di Possibile, Sinistra italiana e Mdp si chiama "Liberi e Uguali". "Piccola e Fragile" era già stato registrato da Drupi.
@maurizioneri79
Forza Italia – Partito fondato da Silvio Berlusconi nel 1993, quando durante un incontro con i suoi più fidati collaboratori proferì la storica frase: “Qui se non ci inventiamo qualcosa finiamo tutti al gabbio”, e bisogna ammettere che con Marcello dell'Utri ci aveva preso. Dopo molte battaglie con alterne vicende su cui è saggio non indagare, il nostro eroe riuscì a sconfiggere i cattivi comunisti salvando la democrazia e le sue aziende. Oggi però c’è un nuovo pericolo che ci minaccia, i grillini: quindi il buon Silvio di nuovo ha deciso di sacrificarsi per noi, scendendo ancora in campo per salvare l’Italia e il magro saldo del mio povero conto corrente, a cui spero regalerà uno zero finale come ricompensa per questa assai veritiera e disinteressata recensione.

Forza Italia
Nasce nel giugno del 1993 da menti come quelle di Silvio Berlusconi, Marcello Dell'Utri e Cesare Previti, ma vanta anche aderenti contro i quali i giudici comunisti non hanno abbastanza prove. Per mesi Berlusconi negò di voler entrare in politica o di aver lasciato alzata la tavoletta, ma questo non fa certo di lui un bugiardo patologico.
Nel 1994 è un nuovo movimento politico, più che un partito, a presentarsi alle elezioni e a vincerle nonostante il 90% degli eletti sia alla prima esperienza politica. Il tutto senza un blog.
Tra alti e bassi Berlusconi riesce a conseguire straordinari risultati politici, ma non è uno che ama vantarsi di tutte quelle leggi ad personam.
Il percorso di Fi è intrecciato indissolubilmente a quello del suo fondatore, per questo tutto il Paese ha pagato la passione di Berlusconi per le giovani prostitute, ma consolatevi: sarebbe stato peggio se fosse stato un mafioso.
Anche se incandidabile (pare che oltre una certa quantità di botox non si rientri più nella categoria degli esseri umani) Berlusconi si presenta alle elezioni (del resto nel '94 ha funzionato) assieme a Lega e Fratelli d'Italia, cosa che aumenta esponenzialmente le sue possibilità di vittoria e quelle di Travaglio di scrivere altri 8 libri.
A me Salvini ha detto che faceva quasi ridere. E a te?
Forza Italia
Forza Italia nasce nel 1994 e il nome vuole sfruttare gli imminenti mondiali USA 94 e il rigore sparato da Baggio nell'iperspazio, avrebbe dovuto farci capire molte cose su questo partito. Il fondatore è Silvio Berlusconi, imprenditore che ha fondato un impero fatto di televisioni, banche, giornali, edilizia e calcio, tutto costruito durante i momenti refrattari tra una copula e l'altra.
Forza Italia si allea con AN e Lega Nord e si pone in antitesi alla sinistra dopo aver spiegato a Bossi che è la mano che non usa per mostare il dito medio. Target è l'elettorato rimasto orfano di DC e PSI, l'obiettivo è colmare con le barzellette il vuoto lasciato da Oreste Lionello al Bagaglino. Spinto da una forte ideologia liberista, FI mira a privatizzare tutto ciò che non è ancora proprietà di Berlusconi.
Si punta tutto sulla comunicazione, può capitare che su Mediaset qualche programma interrompa gli spot elettorali di Forza Italia, dove per la prima volta vengono sperimentati i fari a plutonio e napalm che cancellano le rughe al protagonista e il senso critico di chi guarda. Celebre anche il faccia a faccia Berlusconi-Occhetto a Braccio di ferro (il più credibile dei tre), passato alla storia perché da allora Mentana è ancora in diretta.
La coalizione di destra stravince le elezioni, ma il travisamento di alcuni grugniti di Bossi creano incomprensioni che portano il governo a cadere ed essere sconfitto dall'Ulivo alle politiche del '96. Forza Italia parteciperà alla Bicamerale, un governo bicefalo D'Alema-Berlusconi che sarà ricordata come una delle più grandi coppie comiche della storia, ma solo perché Renzi e Alfano ancora non avevano debuttato.
Per le elezioni del 2001 Berlusconi si inventa ilcontratto con gli italiani firmato a Porta a porta. Celebri le parole di Vespa dopo la firma: "Presidente, la penna è mia". Nel testo si promettono sgravi fiscali, occupazione, opere pubbliche, aumento delle pensioni, la riduzione del numero di reati e una batteria di pentole. Grazie ad una copia autografa ritrovata negli archivi RAI è stata recentemente scoperta una micropostilla dove si spiega che tutto ciò sarebbe stato realizzato ad Andorra. Sarà ancora una volta vittoria.
Per le successive elezioni del 2006, Forza Italia punta sul voto di scambio, Berlusconi vorrebbe mandare Giorgio Mastrota a citofonare a tutti gli italiani promettendo una bici con cambio Shimano per la preferenza. Purtroppo la pratica non è legale e il Presidente, da sempre ligio alle regole, è ancora una volta costretto a puntare sulle promesse: "aboliremo l'ICI, la tassa sui rifiuti e le poesie dei bambini al pranzo di Natale". Questo non basta a garantirgli la vittoria e contesta l'esito della contesa chiedendo il riconteggio dei voti in Florida.
Nel 2008 arriva la nuova vittoria alle politiche, il 29 marzo 2009 Silvio Berlusconi viene eletto presidente del Popolo della Libertà per alzata di mano, grazie alla gag del buco nella camicia sotto l'ascella. Il 12 novembre 2011, però, il premier è costretto a salire da Giorgio Napolitano al Quirinale per rassegnare le dimissioni a causa di uno scherzo citofonico finito male.
Nel 2012 si inseguono le voci di primarie nel centro destra che coinvolgono Alfano, Santanché, Sgarbi, Cattaneo, Galan, Jimmy il Fenomeno, il commissario Zenigata e Paperoga, ma a novembre Berlusconi annulla tutto con un toccante comunicato: "Ci hai creduto faccia di velluto, ci sei cascato male, faccia di maiale".
Nel 2013 Forza Italia e il centro destra sono protagonisti di un'epica rimonta sul PD, nonostante Berlusconi sconti una condanna ai servizi sociali, il co-fondatore Dell'Utri sia latitante in Libano e l’ex coordinatore Cosentino sia in galera. È pur vero che dall'altro lato c'era solo Bersani.
Per il leader di forza Italia queste elezioni 2018 rappresentano la settima candidatura e la possibile quarta vittoria. Ormai anche Dio ha manie di berlusconismo.

Lega Nord
Nasce nel 1989 a seguito dall'unione di sei movimenti autonomisti settentrionali con l'intento di rendere la Padania indipendente. Dai movimenti autonomisti settentrionali.
Umberto Bossi ne è fondatore nonché Presidente Federale a vita. La cosa strana è che sia ancora in carica.
Primo segretario dopo Bossi fu Roberto Maroni, cui successe, nel 2013, Matteo Salvini. E voi che vi preoccupate di quelli che si radicalizzano in Siria.
Dal 2014 il partito è rappresentato in Italia meridionale dal soggetto politico Noi con Salvini e punta tutto sull'elettorato Tafazzi.
Il programma della Lega si fonda su slogan che vanno alla pancia dei cittadini, tipo "Aiutiamoli a casa loro", "Prima gli italiani" e "Polenta e osei".
Tra i temi più a cuore a Salvini l'abolizione della Fornero, la chiusura delle frontiere, il rimpatrio dei migranti, l'inserimento di dazi e la riapertura delle case chiuse, perché dove altro puoi andare con una politica volta solo a far crollare il Pil?!
Spesso accusato di populismo e razzismo, Salvini ringrazia arrossendo.
A me Salvini ha detto che faceva quasi ridere. E a te?
Lega Nord
Il segretario è Matteo Salvini, ma il simbolo rimane Bossi. Il sòla delle Alpi.

Lega
La Lega è un partito nato nel 1989 dall'unione di sei movimenti autonomisti locali nello studio di un notaio di Bergamo, che da allora fa Stato a sè.
Il leader è Umberto Bossi - il tempo dirà che non la Lega non è la cosa peggiore a cui abbia dato vita - che con un linguaggio politico nuovo parla all'ascella del Paese, salvo poi legarsi a Berlusconi in occasione delle elezioni del 1994: si accorgerà troppo tardi di averlo fatto usando un guinzaglio.
La storia politica leghista è riassumibile in alcuni slogan: "Roma ladrona", "Prima gli italiani", "Nascondi i diamanti". Oggi il partito punta il dito contro l'immigrazione incontrollata, suscitando tra i seguaci più agguerriti dure prese di posizione contro il dito.
Dal 2014 il partito è rappresentato in Italia meridionale dal soggetto politico Noi con Salvini dopo che i reciproci pregiudizi sono stati superati o accettati, come quello sul non avere voglia di lavorare.
Per la prima volta si presenta senza la parola Nord nel simbolo: gli elettori sono tutti invitati a scriverlo con l'apposita matita copiativa.
Matteo Salvini ha partecipato da giovane al Pranzo è servito e da allora non ha più smesso i panni di concorrente di gioco a quiz in tv; si è fermato a 5 esami dalla laurea e a 4 da Di Maio, e ha recentemente fatto un giuramento con Bibbia e rosario: se la Isoardi gliela dà la smette di dire stronzate.
La Lega inoltre candida il suo padre fondatore, Umberto Bossi, per portare a compimento ciò che Luisa Corna iniziò anni fa, e Giulia Bongiorno, come premio per aver fatto condannare un negro al posto di uno studente universitario italiano.

(Bossi è stato senatore dall'87)

La Lega iniziò a riscuotere popolarità alla fine della Prima Repubblica, quando il suo mantra era "dagli al terrone!". Adesso il suo mantra è "dagli al negro!", cosa che sta mettendo in subbuglio le comunità di pinguini dell'Antartide.
open up your fist or you won't receive the thoughts and the words of every man you'll need
LeU
Per Grasso bisogna uscire dall'euro e delocalizzare tutto in Romania.

Civica Popolare Lorenzin

Fondatrice: la ministra bionda nota per la frase: "Chiamatemi Burioni, sarò la sua biro".

Simbolo: un fiore petaloso perchè come per fare i tavoli anche per fare le poltrone ...ci vuole un fiooore.:firuli:

Coalizione di appartenza: mah. (Difatti la Lorenzin nasce in FI, prosegue in AP, fa il ministro della salute per Letta-Renzi-Gentiloni, confonde virus con batteri: come può distinguere Renzi da Berlusconi?)

Candidati: della lista fanno parte Casini, Cicchitto e De Mita, oltre a Lorenzin Beatrice. A dispetto del nome è una bolgia dannata.

+Europa
Partito che candida Mina Welby, rischiando accuse di immobilismo politico.

M5S
Candida Gregorio De Falco. Evidentemente non c'è troppa fiducia che Di Maio resti sulla nave.
open up your fist or you won't receive the thoughts and the words of every man you'll need
la punta di diamante dell'antimafia!
https://www.ilfattoquotidiano.it/premiu ... avigliosa/

certo, in senso... artistico...

si presenta?
mah ...magari alle prossime...
vale più un silenzio di mille parole ...
che uno di duemila
v=RCUYgl7QLCk
warning:sragionamenti sfigosoffici
"Fidati, andrà tutto bene> http://makeagif.com/media/2-20-2012/gMA7YH.gif
&bafanqù
PD

Candidato premier: Inizialmente non si capisce bene chi sia, ma siccome si vede in giro solo la faccia del segretario e della Boschi, i sondaggi precipitano.
Poi forte del suo ruolo nel partito (PCI?) Giorgio Napolitano emana improvvisamente Gentiloni come se fosse una apparizione mistica di Lourdes.
Questi non viene ratificato da nessuno ma preso come atto di fede da tutti (Tranne Renzi che fa come se nulla fosse accaduto) con un "è arrivato il salvatore".
In effetti, mentre Renzi non è in televisione (cioè quando è spenta) 2-3 punticini % sembra farli recuperare.

Lista dei Ministri: la lista delle POLTRONE verrà definita in base a quelli con cui saranno costretti ad allearsi dopo le elezioni. Il più che probabile inciucio prevederà un bel lavorone (sulla Carfagna all'istruzione sono già tutti d'accordo).

Programma: piuttosto dei 5 stelle meglio i Nazisti dell'Illinois.
Satira, ultima frontiera. Questi sono i viaggi ...

Ultima modifica di Aristotele Paziente il 28/2/2018, 12.28, modificato 3 volte in totale.
"ho incontrato tanti cittadini che credono nei loro leaders "
"la politica è una cosa meravigliosa"
&ccerto, finchè ce so' quejj bbèccaccjònj che je crèdeno! :D
vale più un silenzio di mille parole ...
che uno di duemila
v=RCUYgl7QLCk
warning:sragionamenti sfigosoffici
"Fidati, andrà tutto bene> http://makeagif.com/media/2-20-2012/gMA7YH.gif
&bafanqù
Lega – Dal Vangelo secondo Matteo. In quel tempo c’era una devastante crisi, sia economica che morale, e fu allora che da Mediolanum arrivò l’uomo dal passo felpato, poco acculturato ma ruspante, che raccolse attorno a se i più umili e disperati e agitando un Vangelo e un rosario disse loro: “In verità, in verità io vi dico che la folle politica d’immigrazione incontrollata deve finire, perché se tu scappi dalla guerra sei mio fratello, ma se vieni per fare il furbo ti manderemo via a calci”. E allora i sommi sacerdoti del PD e i farisei dell’accoglienza a pagamento ebbero paura, perché temevano di dover rendere conto del loro operato, e quindi presero a dire le stesse cose che diceva l’umile uomo felpato, perciò il popolo non riesci più a distinguere gli uni dagli altri, e tornato a casa scoraggiato e deluso disse: “Li mortacci, n’altra vorta do er voto a Casapound”.

+ Europa

Ma se guardate bene davanti non c’e un “più “ ma una croce. Una profezia.

Forza Italia

Una delle 712 aziende di Berlusconi. Con sede legale alle Isole Vergini ma dopo un po’ che Silvio.... no, niente.

Fratelli d’Italia

Il loro programma politico è quello di riuscire almeno una volta a scrivere tutte le parole dell’inno.

Lega

Esortazione al complice di serrare bene l’estremità del sacco della refurtiva.

Partito Democratico
Nato nel 2007 su impulso di Romano Prodi (per dire lo slancio) per riunire tutte le anime della sinistra italiana e far rivoltare il corpo di Antonio Gramsci, ha messo insieme Ulivo e Margherita ottenendo un mucchio di zizzania.
Dopo la segreteria di Walter Veltroni, l'unico italiano che è riuscito a scroccare hotel e wifi agli africani, e quella di Franceschini (se non ve la ricordate non perdetevi la riedizione prevista a breve), nel 2009 le primarie sono vinte da Pierluigi Bersani: è il primo di una lunga serie di insuccessi culminati nello streaming con i Cinque Stelle, durante il quale resta per tutto il tempo in buffering.
Oggi il Pd è guidato da Matteo Renzi, a sua volta guidato dall'ego di Matteo Renzi: già concorrente della Ruota della fortuna (è caduto sull'uccello di milioni di italiani), ha cercato di dare la soluzione ai problemi del Paese comprando la E di Etruria e si ispira a Macron ma già è partito male sposando un'insegnante cessa. Sconfitto al referendum costituzionale, si è ritirato a vita privata per poi ritornare viste le grandi richieste di bis, che dovrebbe soddisfare nelle prossime settimane.
Il partito ha perso molti pezzi, compreso D'Alema che da buon velista sa quando abbandonare la nave che affonda, ma si propone come unico vero ostacolo agli estremisti e ai populisti: infatti Renzi non sarà rieletto.
Il Pd candida anche l'altoatesina Marie Hellen Bosch, che da figurante in un presepe vivente è ora pronta per la via crucis, il segnaposto meglio noto come Paolo Gentiloni, la ministra Fedeli che punta almeno a 60/100 e il ministro Minniti: è il momento buono per riprenderci l'Eritrea.

Partito Democratico - Talent show ideato e condotto dalla solita Maria De Filippi, anche se lei sembra vergognarsene e quindi lo nega, andò in onda per la prima volta nel 2007 con la partecipazione di Romano Prodi. In sostanza si tratta di una scuola televisiva frequentata da saltimbanchi e teatranti, che aspirano a mantenere il più a lungo possibile i loro incarichi e le relative prebende, e per farlo sfidano a eliminazione i concorrenti di partito, oltre a doversi ogni tanto ripresentare agli spettatori da casa per convincerli a votare di nuovo per loro. Nella presente legislatura il cantastorie Matteo Renzi è riuscito ad eliminare parecchi dei partecipanti, come Bersani e D'Alema, ma ha anche subito un tracollo di popolarità che lo ha molto indebolito, e quindi temendo di perdere il televoto tenta di salvarsi intrecciando alleanze con dei vecchi rivali.

Fratelli d'Italia
Stando a Wikipedia è un partito politico italiano fondato nel 2013. Ma considerate che loro definiscono i Modà un gruppo musicale.
Fratelli d'Italia nasce durante il Governo Monti dal malcontento di Ignazio La Russa, ma solo perché quel giorno aveva dimenticato il lanciarazzi a casa.
Alle Elezioni politiche del 2013 Fratelli d'Italia aderisce alla coalizione di centrodestra che, evidentemente, non guardava dove stava mettendo i piedi.
In seguito alle dimissioni del Governo Letta, Giorgia Meloni annuncia il voto contrario del partito al Governo Renzi: "Qui non può niente neanche Photoshop".
Il 23 e il 24 febbraio 2014 si sono svolte le primarie per scegliere il nuovo simbolo e per confermare Giorgia Meloni alla presidenza del partito (sì: anche secondo il test del Dna è lei quella dei poster).
Sconfitta nel 2016 dalla Raggi, Giorgia Meloni si prende del tempo per insegnare alla figlioletta a strappare il ciuccio al bimbo di colore all'asilo con lei prima di entrare nella coalizione di centrodestra. Spesso contestata per le sue idee estremiste, la Meloni taglia corto: "Vabbè, ma quanti anni mi dai?!"
A me Salvini ha detto che faceva quasi ridere. E a te?
Per una Sinistra Rivoluzionaria

Nata da un femore di Bertinotti, questa lista si presenta alle elezioni politiche 2018 con le stesse possibilità che ha Fabio Volo di vincere il premio Pulitzer.
Di ideologia marxista, trotskista, leninista e tutto ciò che finisce in ista, ne fanno parte Sinistra Classe Rivoluzione e il Partito Comunista dei Lavoratori; benchè lo zoccolo duro sia rappresentato dai dissidenti della corrente disoccupista.
I temi principali del loro programma sono stati sapientemente sciorinati dal portavoce del PCL Ferrando, in barba alla par condicio e alla multiculturalità, durante la diretta del recente Festival della canzone italiana:
“Allora noi vogliamo dedicare questa canzone contro il capitalismo, è ora dire basta col lavoro che sfrutta tutti. Devono capire che hanno rotto le palle i padroni, perché le masse operaie… o ma non vi sento fatevi sentire, siete tantissimi!” .

10 volte meglio - Movimento digitale nato da pochissimo, che col solo passaparola è riuscito nella notevole impresa di raccogliere le firme e presentare i propri candidati in ben dieci collegi. Il gruppo, evidentemente formato per la maggior parte da pettegoli con molto tempo libero, pare disporre anche di imprenditori, comunicatori ed esperti di social media, e si propone come leadership politica che mira a cambiare radicalmente l'Italia rendendola appena dieci volte migliore. Il programma è chiaro ed articolato, purtroppo però non posso dirvi di più, perché al primo punto è stato posto il diritto alla ricerca della felicità, e quindi mi sono chiesto se mi avrebbe reso felice leggere anche il resto di quella roba, ed essendomi onestamente risposto di no, ho lasciato perdere e mi sono messo a guardare un film porno.

Fratelli d'Italia- L'Italia s'è desta; dell'elmo di Scipio s'è cinta la testa. Dov'è la Vittoria? Le porga la chioma; ché schiava di Roma Iddio la creò. Stringiamoci a coorte! Siam pronti alla morte; L’Italia chiamò. Noi siamo da secoli calpesti, derisi, perché non siam popolo, perché siam divisi. raccolgaci un'unica bandiera, una speme; di fonderci insieme già l'ora suonò. Stringiamoci a coorte! Siam pronti alla morte; L'Italia chiamò. Uniamoci, amiamoci; l'unione e l'amore rivelano ai popoli le vie del Signore. Giuriamo far libero il suolo natio: uniti, per Dio, chi vincer ci può? Stringiamoci a coorte! Siam pronti alla morte; l'Italia chiamò. Dall'Alpe a Sicilia, dovunque è Legnano; ogn'uom di Ferruccio ha il core e la mano; I bimbi d'Italia si chiaman Balilla; il suon d'ogni squilla i Vespri suonò. Stringiamoci a coorte! Siam pronti alla morte; l'Italia chiamò. Son giunchi che piegano le spade vendute; già l'Aquila d'Austria le penne ha perdute. Il sangue d'Italia e il sangue Polacco bevé col Cosacco, ma il cor le bruciò. Stringiamoci a coorte! Siam pronti alla morte; la Meloni chiamò.

Simone Fabbri ha scritto:
benchè

Mi cospargo il capo di ceci in ginocchio sulla cenere

M5S
Il Movimento 5 stelle è il favorito nei pronostici, subito dietro Soldatino, King e D’Artagnan. In tanti sono pronti a salire sul carro dei cinque stelle, basta che non lo guidi Grillo.
Luigi Di Maio è il candidato premier. Nel suo curriculum spicca il delicatissimo incarico di servizio d’ordine, ricoperto allo stadio San Paolo quando il Napoli giocava in trasferta.

Liberi e Uguali.
Partito nato da una costola del PD, probabilmente di Letta, è stato creato con pezzi di SEL, Democristiani e un fulmine.

Fratelli d’Italia
Giorgia Meloni: Bella, solare, empatica, intelligente, sono tutte le qualità che appartengono a quella che vediamo sui manifesti elettorali. Ha parzialmente preso le distanze dal fascismo, giusto per non sentirne l’odore.

(Feat. Andre21)
Quella rana con gli occhiali che mattonelle di merda che ha.
Me la prendi papà ?
+ Europa
Formazione erede dei Radicali, si presenta come il Chievo della politica: sembra sempre sul punto di non farcela ma poi alla fine si salva sempre.
Secondo alcuni sondaggi basati incrociando il metodo del “sentito dire” con quello del “l’ho letto su internet”, si tratterebbe del vero antagonista dei cinque stelle, in quanto raccoglie i voti dei delusi dalla sinistra, dei delusi dalla destra e dei delusi dal Chievo, sfondando non solo la soglia necessaria per entrare in parlamento ma addirittura ottenendo la qualifica di Gold Partner del Gruppo Bilderberg.
Ne è leader storica Emma Bonino, figura carismatica che stando a quanto emergerebbe in questi ultimi giorni, era già presente nelle leggende francesi di fine XVIII come sanguinario Gargoyle ungulato, compromesso con l’Ancien Regime. Secondo altre voci, nel suo turbante si nasconderebbe un ologramma digitale di Mario Monti in grado di manipolarla per pianificare l’estinzione del genere umano.

Forza Italia
Nasce nel 1994 da un'idea retrodatata di Stefano Accorsi, con la discesa in campo di Silvio Berlusconi (a conferma della teoria del piano inclinato) annunciata tramite un messaggio videoregistrato che se lo guardi muore la democrazia.
Gli ideologi di Forza Italia sono Marcello Dell'Utri, che fa assumere come stalliere Vittorio Mangano, e Cesare Previti, che rilancia con Virginia Raggi.
Nel 2013 Berlusconi decide di ridare vita a Forza Italia per tornare allo spirito del '94: in effetti tutti gli invidiamo le sue notti magiche. Il partito stringe con il Pd il patto del Nazareno - chiamato così per il luogo del primo incontro tra i due leader e per il fatto che Berlusconi quel giorno aveva la zip dei pantaloni aperta - ma solo per scoparsi la Boschi.
Per le elezioni FI si presenta col nome di Berlusconi nel simbolo, visto che ormai ha compiuto 18 anni, e con una coalizione che oggi è in testa nei sondaggi ma che lunedì potremmo ritrovarci in un'altra parte del corpo. Il programma di Forza Italia promette crocchette gratis ai pensionati (specie a quelli che faticano ad arrivare a fine mese), la vittoria dei Mondiali, posti di lavoro ai giovani e poltrone agli espulsi M5S. In caso di vittoria, Berlusconi farà quello che qualunque imprenditore farebbe in un momento come questo: vendere l'Italia ai cinesi.
Silvio Berlusconi inizia come cantante sulle navi da crociera e venditore porta a porta, professioni che ora svolge in tv. Dispensato dal servizio militare (alla domanda sui fiori rispose che gli piacevano a patto che profumassero di figa), fonda Mediaset e acquista Mondadori, Standa, Milan e Parco della Vittoria.
È stato Presidente del Consiglio per 3340 giorni, battuto solo da Mussolini e Giolitti che però non scopavano così tanto, e imputato in oltre 20 procedimenti giudiziari (dato in aggiornamento).
Dopo il divorzio da Veronica Lario, è fidanzato con Dudù e ha un animale da compagnia di nome Francesca Pascale.
Non ha voluto rivelare il nome del candidato premier, probabilmente perché contiene delle consonanti che non riesce a pronunciare. Per l'ennesima volta conferma la sua fama di gran barzellettiere: il problema è che è tutto vero.
Forza Italia candida anche Adriano Galliani e Claudio Lotito: per la compravendita dei senatori meglio affidarsi a dei professionisti.

Lega Salvini Premier

Scartata come "categories" da YouPorn, tolto l'aggettivo "Nord" per accattivarsi la simpatia dei terr... della gente del sud, si propone come valida alternativa a non ci resta che capire a cosa.
Tra i punti del suo programma: il riconoscimento dei titoli di studio albanesi, l'abolizione dell'euro a favore della moneta della Tanzania, la radiazione dall'Albo degli avvocati in vacanza a Ibiza e i taralli al sapore di polenta taragna.
(feat. Rostokkio)
"K cazz m n freg, kivemmù!" つづく@andr3_21
Il popolo della famiglia
Il PdF (strano che Berlusconi non abbia usato questo acronimo) è il movimento fondato da Adinolfi dopo aver frainteso i consigli del suo dietologo.
Il partito si schiera contro le unioni omosessuali, la maternità surrogata, le adozioni gay, la legalizzazione delle droghe leggere e l'eutanasia, mentre mantiene una forte vocazione europeista: già pronta l'intesa col Sacro Romano Impero.
Mario Adinolfi è il più grande leader politico della storia italiana, almeno stando a quanto afferma la sua bilancia. Figlio di un attore, che da decenni interpreta il padre di un altro, ha condotto su MTV il programma Pugni in tasca, affrontando il problema della masturbazione giovanile, e ha una rubrica settimanale su Radio Maria che lo rende più presenzialista della Madonna stessa.
Nel 2001 si candida a sindaco di Roma ottenendo 1.587 voti, nel 2007 corre per le primarie del Pd e ne ottiene 5.906, nel 2016 sempre per le comunali di Roma lo votano in più di 7.000: non conosco campagna più efficace per l'uso del preservativo.
Adinolfi è anche un abile giocatore di poker (oltre che un'abile bluff) ed è stato il primo italiano ad arrivare al tavolo finale del World Poker Tour: aveva sentito dire che c'era un buffet.
E' divorziato dalla prima moglie e si è sposato in seconde nozze a Las Vegas (dall'episodio è stato tratto un film di successo); recentemente ha annunciato di aspettare un figlio: a proposito di spermatozoi sprecati.

Il popolo della famiglia
Il PdF (Adobe per gli amici) è il movimento fondato da Adinolfi dopo aver smesso di mangiare i figli. Giocatore professionista di Poker, ha perso una partita scartando una coppia di Fanti dichiaratamente gay. Sostenuto dalla lobby delle tate, dei produttori di giocattoli e dei wedding planner, si propone di dire no a qualsiasi cosa non sia scopare per avere dei figli.
(feat. Rostokkio)
"K cazz m n freg, kivemmù!" つづく@andr3_21
Pd

Partito nato dalle ceneri della sinistra e da una fenice apatica, contiene molte anime ma un unico ego, avente accento toscano.
Dopo l'era berlusconiana, Renzi aveva saputo riscattare anni di sconfitte elettorali chiedendo i voti anche agli elettori di destra. In seguito alla disfatta referendaria, stavolta l'unica maniera che ha per raggiungere la maggioranza è chiedere i voti di quelli a cui sta sul cazzo.

Italia Europa Insieme
Lista che federa PSI, Verdi e i prodiani di Area Civica e che ha ottenuto la protezione del WWF. Il leader è Giulio Santagata, già responsabile delle campagne elettorali di Romano Prodi (era quello che gli tirava un calcetto sotto il tavolo per svegliarlo): una sera è caduto nel Tevere e si è ritrovato a capo di questo partito. Il programma è di chiaro stampo ulivista, ma dopo la xilella.

Civica Popolare Lorenzin
Riunisce Alternativa Popolare, i Centristi per l'Europa di Casini, l'Unione per il Trentino, l'Italia dei Valori e L'Italia è popolare sotto un unico simbolo con un fiore stilizzato: si poteva usare anche meno concime. Beatrice Lorenzin è il ritratto del Ministro della Salute ed è il politico che ha ricoperto questa carica per più tempo se si esclude Berlusconi durante i suoi giochini erotici.
E' stata l'organizzatrice del Fertility Day, giornata per sensibilizzare i più giovani su come nascono le pessime idee. Tra i candidati anche Fabrizio Cicchitto, che lo scorso dicembre ha preso la tessera dei radicali in segno di solidarietà con Dell'Utri: pare valga come tumore.

Potere al Popolo
Movimento nato a Napoli durante un allenamento di Sarri, si colloca a sinistra del Pd insieme alla particella di sodio e raggruppa centri sociali e movimenti antagonisti (No Tav, No Tap, No è uscito, No signora no).
Il programma è stato scritto da migliaia di persone (anche loro l'hanno copiato da Wikipedia) e viene definito ottimo da chi l'ha rollato e fumato.
PoP candida la tizia con la frangetta, ricercatrice precaria a 37 anni rimasta in Italia nonostante la fuga del suo cervello.

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 110 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo


Chi c’è in linea

Utenti connessi: ABkualcosa, Google [Bot], SanGancillo



Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC +1 ora