Oggi è 27/4/2018, 0.07

Regole del forum


Volete postare una battuta su questo forum? Siete i benvenuti. MA. Dato che di battute ne arrivano a migliaia, ci raccomandiamo una cosa: AUTOSELEZIONE. NON dovete postare tutto quel che vi viene in mente. La maggior parte delle battute inviate non sono né originali, né divertenti, né acute. Lavorate sulle vostre idee, altrimenti questo forum sarà sempre meno divertente. E soprattutto CLICCATE QUI E LEGGETE LE REGOLE, e tenetele presenti prima di pubblicare qualsiasi cosa.

NOTA: QUA DENTRO SI INVIANO SOLO BATTUTE LEGATE A NOTIZIE VERE. Non aprite discussioni su articoli di opinione (a meno che non si tratti di opinioni così autorevoli da costituire notizia a sé), né tantomeno su fatti inventati. Chi apre una nuova discussione È TENUTO A FORNIRE IL LINK ALLA NOTIZIA: se ciò non fosse possibile (es. parole pronunciate nel corso di trasmissioni tv o radio) indicate chiaramente la fonte, in maniera da poterla verificare.



Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 231 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
Ron: si presenta con "Almeno pensami", una canzone impregnata di realismo, quasi una preghiera, dedicata alla giuria.

Hunziker: Ha accettato la proposta di buon grado nella speranza di beccare Ramazzotti che le deve ancora un arretrato di 3 mesi di alimenti.
Twitter - @Boda5188
Facebook - https://www.facebook.com/Boda5
Noemi (25 gennaio 1982) debutta a soli diciannove mesi in uno spot della Pampers, sviluppando fin da subito una fortissima autocritica sulla sua produzione.
A 7 anni inizia lo studio del pianoforte, a 11 quello della chitarra, a sedici si innamora di un batterista ma, alla fine, disperata, si metterà con un bassista.
Nel 2004 si laurea in lettere e filosofia, puntando quindi decisa alla carriera musicale; nel 2006 ottiene la laurea specialistica in regia televisiva e cinematografica, discutendo una tesi sul cinema postmoderno che convince Raffaella Carrà e Piero Pelù.
Nel 2008 partecipa ad X Factor nella squadra di Morgan e, sarà un caso, le si arrocchisce la voce.
Negli anni successivi collabora – tra gli altri – con Fiorella Mannoia, che la usa come manubrio, e con i Neri per caso, che la usano come marimba.
Nel 2011 escono il singolo Odio tutti i cantanti, in cui Noemi immagina un ipotetico Sanremo di sette anni dopo, e un brano scritto da Zampaglione – del resto Zampaglione ha scritto anche gli scontrini dell’Esselunga.
Negli anni seguenti collabora con Fedez, fingendosi tatuatrice; duetta inoltre con Loredana Berté, coi Jarabedepalo, con Cristina D’Avena e con un turista giapponese incrociato in via Candia.
Noemi ha un rapporto speciale anche con Vasco Rossi – non che lui la ricordi.
Gaetano Curreri ha detto che Noemi è il più grande talento femminile che abbiamo oggi in Italia – ma si sa, lui è un signore.
Il registro vocale di Noemi è passato dal soprano al contralto, che però è sempre in difficoltà quando deve scrivere una dedica. Lo psicologo britannico John Sloboda ha studiato la tecnica di Noemi e ha stabilito “che nell'ascoltatore si possono manifestare effetti deflagranti: pelle d'oca, battito cardiaco accelerato e, in alcuni casi, pianto” – non che per capirlo ci volesse uno psicologo britannico.
Salve. Sono il mago di Floz; forse vi ricorderete di me per quella battuta sull'uomo più alto del mondo.
.

Nessuno ci ha pensato ,ma forse era il caso di accorpare il Festival di San Remo, il
Carnevale , le votazioni del 4 Marzo,e Di Maio a Capo del Governo, in un'unica
clownish and cheerful parade tutta da ridere.

Ermal Meta e Fabrizo Moro
Cantano "Non mi avete fatto niente", quindi non si spiega.
@renolto
[TORNO SUBITO]
Luca Barbarossa a Sanremo con "Passame er sale". Sciapò.
"Watching television is like taking black spray paint to your third eye"
Nina Zilli
Considerata la versione astemia di Amy Winehouse, cresce tra l'Irlanda e la provincia di Piacenza: i suoi capelli sono il risultato di tanta umidità.
Entra in conservatorio cercando una marmellata di albicocche e giunge al successo con il singolo 50mila, brano impegnato contro l'ingresso nell'euro.
Debutta in tv nel programma Roxy bar, ma rimane delusa dal fatto di trovarci Red Ronnie e non Vasco, ed è fra i giudici di Italia's Got Talent sconfessando il titolo del programma. È stata testimonial della Nespresso, che le ha imposto di aggiungere la Z al proprio cognome.
È appassionata di bulldog e snowboard: proprio come i cinesi, che non disdegnano un cane sulla tavola.

Diodato e Roy Paci
"Adesso" è il segnale per l'Isis.
@renolto
[TORNO SUBITO]
Luca's Jokes ha scritto:
È appassionata di bulldog e snowboard: proprio come i cinesi, che non disdegnano un cane sulla tavola.

:rotfl: :rotfl: :rotfl:

(Cretino :D )
Salve. Sono il mago di Floz; forse vi ricorderete di me per quella battuta sull'uomo più alto del mondo.
Red Canzian

Nasce a Quinto di Treviso, non chiedetemi quanto fa non sono brava in matematica, il suo primo gruppo si chiama I Prototipi dei quali hanno poi buttato lo stampo, si guadagna da vivere cantando nei locali della Riviera, rientra a Treviso per non morire di fame,e pubblica il suo primo LP dal titolo Appunti per un’idea fissa in copertina decine di scatole di preservativi mai aperte.Nel 73 viene convocato dai Pooh per sostituire Riccardo Fogli, al provino si presenta senza basso per avere una chance, e infatti viene scelto dopo aver suonato il campanello.
Ha avuto storie d’amore con Marcella Bella, Patty Pravo, Serena Grandi e con Loredana Berté e Mia Martini equivocando le parole del padre che gli consigliava di farsi una famiglia.
Al Festival di quest’anno con il brano Ognuno ha il suo racconto almeno non canta.
notoriamente non sono mai stato reticente nell'esprimere la mia opinione su argomenti di cui non so assolutamente nulla
principe Filippo
Red Canzian
"Ognuno ha il suo racconto" suona come il presagio di 4 autobiografie.
@renolto
[TORNO SUBITO]
Le Vibrazioni
"Così sbagliato" è una cover di "Così celeste" di Zucchero, ma con lo spumante al posto del blue curaçao.
@renolto
[TORNO SUBITO]
Le Vibrazioni a Sanremo con "Così sbagliato". In coppia con i Negroni per caso.

Renzo Rubino nasce a Taranto ma decide di fare musica a causa dell'inquinamento atmosferico.
Nel 2011 apre i concerti di Brunori Sas, ma secondo Renzi, solo per merito del jobs act.
Ridere fa bene da morire. E viceversa.
Faccio solo battute scontate. Le altre non me le potevo comprare.

Renzo Rubino nel 2011 apre i concerti di Brunori. Dapprima i pomodori e dopo i Sas.

Renzo Rubino
Il cantante preferito dalle donne subito dopo Renzo Diamante.
Nasce a Taranto ed inizia a cantare giovanissimo. Dimistrando ai concittadini che esistono anche altre forme di inquinamento.
Inizia a farsi le ossa in un night club pugliese come cantante pianista nonchè autista di Gianpaolo Tarantini.
Il suo primo disco si intitola Farfavole. Un album cantato interamente in alfabeto farfallesco.
Nel 2013 partecipa a Sanremo Giovani con il brano Il postino. Canzone che nei live suona sempre due volte.
Nel 2011 apriva i concerti di Brunori Sas. Beccandosi i pomodori al posto suo. (lab Rocco Gazzaneo)
Dopo il 2014 c'è stato un lungo silenzio discografico. Che verrà ricordato come il miglior periodo della sua carriera.
A Sanremo presenta il brano Custodire. Una sorta di gioca jouer ma con i verbi più difficili.
Labbatemi pure senza pietà.
https://twitter.com/Daniele_Zip
Pierfrancesco favino, assieme a Beppe Fiorello, è il più grande attore italiano morente. Di lui ricordiamo il ruolo del camionista che guida mentre parla al cellulare con una figlia buciarda che riempie di complimenti per aver riscaldato un sugo industriale.

pigre cazzatelle sui titoli.

Lo stato sociale presentano una vita in vacanza. confermando le voci secondo cui scelgono i nomi delle cose mentre comprano i gratta e vinci.

Noemi canterà Non smettere mai di cercarmi. Pochi sanno che in orgine il titolo era "Lo sai di Tim".

Luca Barbarossa porterà Passame er sale, canzone che pare sia nata poco dopo un'esibizione di Masini.

Nina Zilli
Curiosità: Nonostante l'aspetto imponente, è alta 1 metro e 74 al garrese

Diodato e Roy Paci
Il nome del duetto era inizialmente nato come ragione sociale di un'attività di traslochi e sgombero cantine con sede in una frazione in provincia di Catanzaro, ma suonava bene e l'hanno convertito in duetto canoro. Ciò non basterà comunque ad evitare loro di dover smontare palco, luci e scenografie al termine del Festival.

Comunque, disponendo a dovere i titoli delle canzoni si ottiene chiaramente un breve dialogo teatrale. Tutto voluto? Che cosa ne direbbero Bossari e la troupe di Mistero?

LA LEGGENDA DI CRISTALDA
(per gli amici Frida, NdR) E PIZZOMUNNO
Cristalda, ispirata: «Ognuno ha il suo racconto eterno fuori dal tempo...»
Pizzomunno: «Frida, passame er sale!»
Cristalda: «Il segreto del tempo: custodire una vita in vacanza.»
Pizzomunno, scocciato: «Adesso!»
Cristalda, offesa: «Il mondo, prima di te! Almeno pensami! Così sbagliato, imparare ad amarsi senza appartenere?»
Pizzomunno, sconsolato: «Arrivederci...»
Cristalda, imperterrita: «Il coraggio di ogni giorno...»
Pizzomunno, ironico: «… rivederti!»
Cristalda, risentita, ma rispettosa: «Non mi avete fatto niente!»
Pizzomunno: «Non smettere mai di cercarmi [er sale]»
@jaylivo
_________________________________

____________Just for fun
_________________________________
A Sanremo Diodato. Cantante e semiconduttore.

Mago, grazie :cool:

Enzo Avitabile e Peppe Servillo
Peppe Servillo è il fratello di Toni, ruolo che quest'ultimo interpreta comunque meglio di lui, e ha vinto Sanremo nel 2000 con gli Avion Travel col brano "Sentimento" scritto da Paolo Sorrentino. E' autore di colonne sonore e di canzoni interpretate da Mannoia e Patty Pravo, attore cinematografico e teatrale: ok, ma dicci di Toni.
Enzo Avitabile ha iniziato ad esibirsi in pubblico all'età di 7 anni, conquistandosi subito l'etichetta di camorrista prodigio. Ha collaborato con i grandi della musica nera, come James Brown, Tina Turner e Renato Micheli, e ha partecipato a Made in sud, dove il solo fatto che avesse un sassofono in mano ha suscitato l'ilarità generale.
I due si esibiranno in coppia sul palco dell'Ariston, dimostrandosi sia soul sia mal accompagnati.

A Sanremo Renzo Rubino di Taranto. La vera emergenza è l'inquinamento acustico.

Ornella Vanoni (Mediolanum, 22 settembre 1934) da adolescente frequenta diversi collegi in Svizzera, Francia e Inghilterra col desiderio di diventare estetista, ma Bice la Truccatrice chiedeva anche dieci anni di esperienza nel settore della logistica e allora niente.
Non sapendo cosa fare rientrata a Milano – per dire la noia – decide di intraprendere la carriera teatrale e diviene una delle più celebri interpreti delle canzoni della mala, spacciate per popolari e invece scritte da grandi autori dell’epoca (oggi le chiamerebbero bufale). L’interpretazione intensa della Vanoni lascia intendere che lei stessa sia inserita in questi ambienti oscuri e pieni di malvagità – non è ancora vero, ma ben presto la televisione si accorge presto di lei.
Gino Paoli scrive per lei Senza fine, riferendosi alle sue partecipazioni a Sanremo. Nel 1971 ottiene grande successo a Parigi – ma considerate che poi ci sarebbe riuscita anche Carla Bruni.
Nel 1977 collabora con i New Trolls – facendo il ponte – e posa per Playboy, chiedendo in cambio una scultura di Arnaldo Pomodoro e suscitando grande scandalo - per la ricompensa.
Negli anni ottanta comincia a occuparsi anche della regia teatrale, molestandosi da sola.
Negli ultimi decenni ha rarefatto le sue apparizioni, perché la televisione offre sempre meno spazio ai giovani di talento; continua comunque a collaborare con chiunque incontri all’Esselunga. Nel 2015 ha recitato con Claudio Bisio, Renato Pozzetto e Frank Matano – certo è triste dover riassumere trent’anni di carriera così.
Di lei Carmen Consoli ha detto che ha “sem preammir ato lasu a forzainterp retativa l'ele ganza las uastraor dinariaa utoralità”, mentre Jovanotti afferma che “La voce della Vanoni è come un profumo. Dopo averla ascoltata ci si sente bene”, ma che se provi a berla poi parli come lui. Claudio Baglioni, infine, dice che la Vanoni “è lo stile”, perché se parla di più gli salta una guancia.
Ornella Vanoni ha superato i sessant’anni di attività, superando il record di Javier Zanetti.
Salve. Sono il mago di Floz; forse vi ricorderete di me per quella battuta sull'uomo più alto del mondo.
Il mago di Floz ha scritto:
Di lei Carmen Consoli ha detto che ha “sem preammir ato lasu a forzainterp retativa l'ele ganza las uastraor dinariaa utoralità”


:rotfl:
(quantunque fregna immensa)


Negli ultimi decenni ha rarefatto le sue apparizioni, concentrandosi su un fonema diverso a puntata.

Nina Zilli debutta nel 2009 con il singolo "50mila", lo struggente racconto di un suo primo lavoro in strada mai dimenticato.
Grazie a Dio non c'è lavoro.
Mario Biondi
Dotato di una voce calda e profonda quanto il nucleo interno del nostro pianeta, nel tempo libero si diverte a mandare note vocali su WhatsApp per far cadere di mano i cellulari dei suoi amici.
"Ehi, ÈUMD tra gli autori pubblicati? Che cos'è, un episodio crossover?"
Luca Barbarossa: Quest'anno si presenta col brano "Passame er sale", la vera storia di quando la guida Michelin decise di togliere una stella a Cracco.
Twitter - @Boda5188
Facebook - https://www.facebook.com/Boda5
Peppe Servillo
L'unico degli Avion Travel che non sapeva suonare nulla. Al Festival in sconto.

Nina Zilli
Nonostante l'aspetto e la laurea a Milano non é terrona.
Il nome d'arte in onore a Nina Simone, che abitualmente girava per il condominio armata di fucile. Siamo sicuri che non é terrona, eh?

Ron
Dovrebbe vincere il Festival, ma i voti saranno truccati a favore di Elio e Le Storie Tese.

@Mago / Mediolanum :rotfl: :rotfl:

Ordinary madness ha scritto:
(quantunque fregna immensa)
:ok:
Se tocchi il cielo con un dito, hai un dito lunghissimo.
Mai fare incazzare Sinead O'Connor.
E a seguire, tre tasti:
MARIO BIONDI - Pelato, occhiali, elegante: in pratica è come sarebbe Giuliano Palma se sapesse cantare. ‘È come Barry White se fosse nato bianco’, giurano i critici che l’hanno visto pisciare.
'Avevo sperato di essere soltanto ridicolo, ma viviamo in un mondo in cui essere ridicoli non è facile; ci sono troppi esseri umani che non vogliono ridere, che non riescono a pensare'. [K.V.]

Ultima modifica di a.mazed il 12/1/2018, 23.02, modificato 1 volta in totale.
Moro, Biondi, Red Canzian, Barbarossa, Rubino, i Kolors. Poi dice che non scelgono i cantanti prendendo la mazzetta.
@renolto
[TORNO SUBITO]
Luca Barbarossa (Roma, 15 aprile 1961) da giovane si esibisce per le strade con un repertorio che comprende il folk statunitense, i classici dei cantautori italiani e qualche “No, non sono un puttano.” Notato da Gianni Ravera, vince Castrocaro e, nel 1981, partecipa a Sanremo, stroncando sul nascere una promettente carriera. Nello stesso anno va in tour con Cocciante, facendogli da spalla a inizio concerto e da collo alla fine.
Nel 1988 presenta un brano sulle violenze sessuali, ricevendo in diretta i complimenti di Dario Fo (ma forse era una supercazzola), poi intraprende un tour con Paola Turci – ma guida lui. Nello stesso anno Barbarossa partecipa all’Eurofestival, in rappresentanza del Sacro Romano Impero.
Nel 1992 vince a Sanremo con un brano dedicato a sua madre, perché a volte è buona cosa andare sul sicuro; è un decennio di successo, ma nel 2001 ha la malsana idea di pubblicare una raccolta. Negli anni Duemila si prende quattro anni di pausa, grazie ai quali riesce a festeggiare i trent’anni di carriera.
Per SuperTennis ha seguito gli internazionali d’Italia di tennis, esibendosi nei secondi tra un gioco e l’altro. Dal 2010 conduce uno programma su RadioDue, canale che – notoriamente – non punta solo sulla musica.
Barbarossa, che è il capocannoniere della nazionale cantanti con duecentoventuno reti (segnate tutte nella stessa partita), vanta anche una radiocronaca con Bruno Pizzul ed è tutt’ora considerato il miglior commentatore tecnico della storia di questo Paese.
Salve. Sono il mago di Floz; forse vi ricorderete di me per quella battuta sull'uomo più alto del mondo.
Ornella Vanoni

Celebre anche come cantante di bossa nova, ha collaborato con jazzisti di fama mondiale, dando così a Sanremo lo stesso ruolo che ha l'Isola dei Famosi.


Luca's Jokes ha scritto:
Mario Biondi
Considerato la versione platinata di Fabrizio Moro

mi farebbe più ridere "la versione levigata"

MestMuttèe altrove.

&
IL BLOG CHE SE LO VEDI, POI MUORI
rubando bellamente da a.mazed

Pelato, occhiali, elegante, impostato... no, non è Kojak, è Mario Biondi
Grazie a Dio non c'è lavoro.
(Vecchia tassa...)
Quest'anno a Sanremo la Vanoni. Tributo alla carriera.

Mario biondi.
pelato, occhiali, elegante, voce profonda, riuscirebbe a trasformare la merda in oro. Ah, no, quello è Stanley Tucci.

Luca Barbarossa
Il suo ritorno a Sanremo è parte dell'omonima operazione di invasione nazifascista del nostro Paese, insieme alle prossime elezioni politiche.
Si rivela al grande pubblico nel 1981 a Sanremo con il brano "Roma spogliata", scritto sui banchi di scuola - che in quell'occasione sostituirono il gobbo sul palco dell'Ariston - nel tentativo di tradurre Tucidide.
Nel 1988 porta al Festival "L'amore rubato", che parla di violenza sessuale, e riceve un telegramma da Franca Rame e Dario Fo: ricambierà qualche anno più tardi.
Lo scorso maggio ha tenuto un concerto a Rebibbia in ricordo di Marco Pannella, durante il quale ha fatto girare la chitarra. Ha condotto il Concertone del Primo Maggio riuscendo a mettere d'accordo tutte le forze di sinistra sul fatto che debba condurlo qualcun altro.
E' il capocannoniere della Nazionale cantanti, ma considerate che se ci fosse il Var non lo lascerebbero neppure cantare.

Barbarossa a Sanremo con "Passame er sale". Ma con Masini è meglio il ferro di cavallo.

Luca Barbarossa si rivelò a Sanremo nel 1981 con "Roma spogliata". La prima avvisaglia di Spelacchio.

Ornella Vanoni
Pochi sanno che la presenza di Ambra nella giuria, serve esclusivamente a conservare la Vanoni.

The Kolors si formano nel 2010 e si esibiscono nei locali di Milano, ché tanto i milanesi sono impegnati a sharare il loro knowledge di minchiate e non ascoltano nulla. Negli anni seguenti aprono i concerti di Paolo Nutini, accogliendo gli spettatori e indicando loro le poltrone numerate. Nel 2014 pubblicano il primo album con l’aiuto di Rocco Tanica, ché vabbe’, tutti sbagliano nella vita.
Nel 2015 vincono la quattordicesima edizione di Amici, forti del fatto che in tredici edizioni quelli bravi sono già comparsi prima. Il secondo album Out vende oltre duecentomila copie, perché esce in un periodo in cui è meglio non avere denaro liquido. Nello stesso anno ottengono la cittadinanza onoraria del loro paese d’origine, che gli era stata revocata per meriti artistici.
Sempre nel 2015 esce Why don’t you love me?, il cui video girato a Berlino ha fatto ripiombare la città negli incubi di trent’anni fa.
Nel novembre dello steso anno esce un documentario incentrato sulla storia del gruppo, che va in onda per riempire l’attesa tra la risposta dei concorrenti e la conferma di Amadeus.
Ancora nel 2015 si sono esibiti all’Expo – e insomma la posizione di Beppe Sala si fa sempre più critica.
Nell’aprile del 2017 the Kolors hanno annunciato il loro terzo album, segno che no: la crisi non è finita.
Salve. Sono il mago di Floz; forse vi ricorderete di me per quella battuta sull'uomo più alto del mondo.
Red Canzian, è un cantante, compositore e polistrumentista italiano nonché payoff del Campari.

Sa suonare il basso, chitarra, violoncello, contrabbasso, violino, flauto, pianoforte, mandolino. Il contrabbasso, in particolare consiste nell'usare tutti questi strumenti per fare sempre la stessa canzone.

Red Canzian nasce in una villa decadente dove la sua famiglia viveva con altre persone disagiate. Quello di Sanremo, quindi, è un ritorno alle origini.

Inizia a suonare al gruppo musicale dei Capsicum Red con cui pubblica “Appunti per un’idea fissa”, praticamente la bozza di qualunque canzone dei Pooh da lì a venire. L’album esce per l'etichetta Bla Bla, la stessa del primo Franco Battiato sperimentale, come si intuiva dal nome.

A causa del servizio di leva è costretto a sciogliere il gruppo per poi entrare nei Pooh, il che dimostra che la guerra non risolve i problemi ma li ingrandisce.

Il 15 febbraio 1973 supera un provino nella lavanderia di un hotel di Roncobilaccio per entrare nei Pooh che volevano sostituire Riccardo Fogli, il quale a sua volta aveva superato il provino per entrare negli autogrill di Roncobilaccio.

Nella lavanderia in questione c'era una parete con tantissimi rotoli di carta igienica, cosa che darà l’ispirazione al gruppo per scrivere Uomini Soli.

Tre settimane più tardi avviene ufficialmente il cambio con Riccardo e, dopo un po' di prove a Roncobilaccio e un paio di concerti al Sud, debutta con una tournée negli Stati Uniti, perché è pieno così di piazzole di sosta.

Nel 77 porta la bozza de “Il ragazzo del cielo” a Facchinetti, che però gli aveva chiesto un preservativo.

Tra l’ottanta e l’ottantasei scrive Gatto di strada (1980), Colazione a New York (1983), Lettera da Berlino Est (1983), Stella del sud (1984), Amore e dintorni (1986). Poi finalmente a casa qualcuno gli riapre.

Inizia il filone denominato "Canzian-songs": Stare senza di te(1992), Tu dove sei (1994), Cercando di te (1996), Io ti aspetterò (1999). Parlano di ispirazione.

Nel 2010 Red ha presentato la Fondazione Q, che si occupa di "dare un vestito a un cantante che entra nudo". Non si capisce quindi perché non abbia prodotto i Måneskin.

Vive dal 1986 in una villa sulle sponde del fiume con cui ha un grande legame affettivo. Prima di farlo ravvedere, pensate alla Woolf.

Complice un libro sui bonsai comperato in autogrill e divorato in una notte, diventa un esperto di questo settore. Tanto da partecipare a Sanremo solo per la palma nana col gatto che si fa le unghie. (Deve essere l’autogrill dove dj francesco comprava i cd)

Vegetariano, dopo 15 anni è diventato vegano per motivi etici. Quindi se ho capito come funziona, dopo aver sciolto i Pooh, nel 2031 diverrà afono.

I Decibel si formano a Milano, dove i tre componenti vanno al liceo e discutono di glam rock, di proto-punk e di altri motivi per cui non trombano. Poi Enrico Ruggeri ha il primo bivio, e con Silvio Capeccia entra negli Champagne Molotov, mentre Fulvio Muzio fonda la band prog Il vortice. E andava benissimo così.
Gli Champagne Molotov cambiano il nome in Decibel e entrano nel circuito della Spaghetti Records, inventata per l’occasione, con la quale pubblicano il primo album Punk, oggi considerato un raro cimelio – come del resto i Decibel stessi.
Nel secondo album cominciano a affiorare le suggestione elettroniche della New Wave, mentre il batterista Minazzi se ne va nei Vanadium, ché tanto Pino Scotto non è ancora arrivato, e al suo posto arriva Calloni dalla PFM, a sua volta rimpiazzato da Claudio Ranieri.
Nel 1980, convinti dalla casa discografica - ah, esiste davvero? – partecipano a Sanremo e dunque, punutalissima, arriva la Crisi e Ruggeri lascia, per intraprendere una carriera da solista ricca di successi, ottimi album, grandi collaborazioni, due vittorie a Sanremo, le conduzioni televis… ah, ma parliamo dei Decibel, vero.
Nel frattempo i Decibel realizzano la colonna sonora di una serie di documentari sulla geografia e tentano la strada della musica ambient. Va be’, dicevo di Ruggeri?
Negli anni successivi i Decibel tentano esperimenti di psicoacustica, inserendo toni binaurali con l'obiettivo è quello di facilitare l’attivazione di processi mentali positivi, in evidente contrapposizione ai toni binarelli.
Nel dicembre 2014 Ruggeri, Muzio e Capeccia si incontrano a Londra e iniziano a delinearsi le basi di un progetto comune – ma tanto il quattro marzo non andranno oltre lo zero-virgola.
E insomma i Decibel sono tornati e partecipano a Sanremo – ché se ce l’hanno fatta gli Stadio…
Una curiosità: Enrico Ruggeri è un cylone.
Salve. Sono il mago di Floz; forse vi ricorderete di me per quella battuta sull'uomo più alto del mondo.
A Sanremo i Decibel. Già pronta la camera anecoica.

Elio ...........magari è simpatico, perchè ha inventato "L'Italia dei cachi".
Ma a me del Festival non me ne frega un .......Gas!
Io potrei tranquillamente andare nel Guinness dei Primati, perchè credo di essere l'unico
italiano, che non lo sente in RAI dal 1951, e non lo vede in TV dal 1955.
v.s.

Oronzo Rubino (17 marzo 1988) detto Renzo (per evitare confusioni con il ben più famoso mago) nasce a Taranto, ma trascorre l’infanzia a Martina Franca - che non si sa mai.
A diciannove anni è cantante e pianista in un night club, dove impara a esibirsi nel disinteresse generale.
Nel 2011 vince Musicultura a Macerata e apre i concerti di Antonella Ruggiero, ma vabbe’, un anno buio può sempre capitare. Nel 2013 a Sanremo ottiene il premio della critica giovani grazie a un brano sull’amore gay, ma passa sotto silenzio comunque.
Nel 2014 partecipa al Festival tra i campioni, arrivando terzo – o almeno così racconta lui.
Nel marzo del 2017 esce il singolo La la la, che è poi quello che urla la gente quando lui comincia a cantare. Nello stesso anno esce il suo quarto album, Il gelato dopo il mare, ché di aspettare tre ore zero voglia proprio.
Si potrebbero dire molte altre cose di Renzo Rubino. Ma anche no.
Salve. Sono il mago di Floz; forse vi ricorderete di me per quella battuta sull'uomo più alto del mondo.
I Kolors a Sanremo con Frida. Un duetto con Conchita Wurst.

Giovanni Caccamo
Da bambino canta nel piccolo coro dell'Antoniano, vent'anni dopo conduce lo Zecchino d'oro: e ora che ci penso, noto una certa somiglianza con Cino Tortorella.
Trasferitosi a Milano, lascia gli studi universitari per comparire in programmi tv per ragazzi: le analogie con Di Maio però finiscono qui.
È considerato, insieme al gran sufi al-Ḥasan al-Baṣrī, il pupillo di Franco Battiato, che conosce dopo un pedinamento su una spiaggia siciliana: è lì che il Maestro compone i famosi versi "Mare, mare, mare voglio annegare".
Ha pubblicato un romanzo epistolare tra lui e sua madre: ma installare WhatsApp, no?

Mario Biondi famoso in Italia solo dal 2006 grazie al singolo che fa “Shalala lala ia”, che ottiene un successo paragonabile solo a quell’altro che fa “popo popopo po popo”.

Lo Stato Sociale è un gruppo musicale elettropop , genere che in Italia raccoglie tutto quello che faceva schifo persino all’indie e sta un po’ alla musica come l’aggettivo “muscolare” sta a un calciatore.
Nel 2012 vincono la seconda edizione del Premio Buscaglione a causa di un whiskey facile.
Con l’EP Welfare Pop, gli album Turisti della democrazia, L'Italia peggiore, Amore, lavoro e altri miti da sfatare, gli Stato Sociale spazzano via il luogo comune che vuole Sanremo contenitore di canzoni buoniste scritte sempre da Checco dei Modà e aprono così a leziose canzoni di denuncia scritte da Travaglio.

Diodato
Da quest'anno il regolamento prevede che anche le bestemmie siano inedite.
A me Salvini ha detto che faceva quasi ridere. E a te?
.
Nel brano "Il mondo prima di te" Annalisa si rivede indietro di 10 anni quando ancora non aveva la cellulite

Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 231 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo


Chi c’è in linea

Utenti connessi: Bitossi, Exabot [Bot], Google [Bot], Klaud



Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it
Tutti gli orari sono UTC +1 ora